Tesi videogiochi e apprendimento. Interviste: Chantal Tosetto

Ho avuto il piacere di partecipare in qualità di osservatore a un evento organizzato da Vigamus e Women and Games, ovvero una game jam incentrata sul tema della “diversità di genere”. Durante questa jam, ho avuto l’opportunità di assistere allo sviluppo del prototipo di gioco “Breaking Barriers”. Nonostante il tempo limitato di due giorni, il gioco si è rivelato sorprendentemente ben strutturato e curato, superando le mie aspettative. È stato durante questo evento che ho conosciuto Chantal Tosetto, una talentuosa e simpatica artista 3D. Considerando che il mio obiettivo di tesi è esplorare il medium videoludico da diverse prospettive, le ho chiesto un’intervista per ampliare ulteriormente il mio lavoro.

Se volete potete vedere l’intervista con Jonas Kyratzes cliccando qui 


Chantal Tosetto, in arte BlackBugit, 3D artist freelance. Si è avvicinata al mondo del 3D attraverso la sua passione per i videogiochi e la stampa 3D. Le piacciono i giochi, le tisane calde, i gatti e dare vita a nuovi mondi e personaggi con i suoi modelli 3D.

 

Potete vedere i suoi lavori clicando qui


Intervista a Chantal Tosetto

 

Parli brevemente di lei e del suo lavoro.

Mi chiamo Chantal Tosetto e sono un artista 3D. Ho iniziato il mio percorso nel campo del 3D e dei
videogiochi da circa un anno e mezzo. Ho deciso di avventurarmi in questo mondo perché
mi piace il mondo videoludico, il raccontare storie nuove e creare nuovi mondi e rendere
tutto questo più reale e tangibile tramite i giochi.
-Chantal Tosetto

Quali esperienze formative ha acquisito all’interno del mondo dei videogiochi? In che
modo ritiene che queste esperienze abbiano contribuito al suo apprendimento e alla sua
crescita personale?

Come 3D artist ho acquisito diverse esperienze formative nel mondo dei videogiochi
attraverso una combinazione di corsi di studio e pratica sul campo. Ecco alcune delle mie
esperienze:
Corso di Grafica 2D/3D presso Vigamus: Ho frequentato un corso specialistico che mi
ha introdotto ai fondamenti della modellazione 3D, disegno 2D, concept art, texturing,
animazione e rendering. Questo mi ha fornito una solida base per iniziare a lavorare nel
settore dei videogiochi.
Corsi online e tutorial: ampliato continuamente le mie conoscenze partecipando a corsi
online e seguendo tutorial su piattaforme come Udemy, YouTube, GameDev.TV,
Domestika e ArtStation. Questi materiali mi aiutano a rimanere aggiornata sulle nuove
tecniche e strumenti nel campo della grafica 3D e del game design.
Collaborazioni a progetti indipendenti di sviluppo di giochi: Ho avuto l’opportunità di
collaborare con piccoli team indipendenti per la realizzazione di giochi. Qui ho potuto
applicare le competenze acquisite nel mondo reale e interfacciarmi con le varie aree di
competenza del settore. Ho ottenuto una comprensione pratica del processo di sviluppo
di un gioco.
Partecipazione a game jam: Ho partecipato ad una game jam, evento in cui i partecipanti
sviluppano un videogioco in un breve periodo di tempo, spesso 48 ore. Questa esperienza
mi hanno insegnato a lavorare sotto pressione, a prendere decisioni rapide e ad adattarmi
rapidamente alle sfide che si presentano durante lo sviluppo di un gioco.
Queste esperienze formative hanno contribuito in modo significativo al mio apprendimento
e alla mia crescita personale nel mondo dei videogiochi. Mi hanno fornito non solo le
competenze tecniche necessarie per creare arte per i giochi, ma anche abilità come il
lavoro di squadra, la risoluzione dei problemi e la gestione del tempo. Inoltre, mi hanno
aiutato a sviluppare una mentalità creativa e innovativa, essenziale per affrontare le sfide
creative nel campo del game development.
-Chantal Tosetto

Può definire il concetto di apprendimento attraverso i media videoludici e fornire esempi
concreti di come questo tipo di apprendimento si possa manifestare nella pratica?

L’apprendimento attraverso i media videoludici si riferisce alla capacità di acquisire nuove
conoscenze, competenze e abilità attraverso l’esperienza diretta nell’utilizzo di
videogiochi.
Si possono apprendere diverse cose dai videogiochi:
Abilità pratiche: I videogiochi possono insegnare agli utenti una vasta gamma di abilità
pratiche. Ad esempio, giochi di guida come Gran Turismo possono insegnare agli utenti le
basi della guida sicura e delle tecniche di gara, mentre giochi di strategia come Civilization
possono migliorare le capacità di pianificazione e gestione delle risorse.
Risoluzione dei problemi e pensiero critico: Molti videogiochi richiedono ai giocatori di
risolvere enigmi, affrontare sfide e prendere decisioni strategiche. Questo aiuta lo sviluppo
del pensiero critico, della risoluzione dei problemi e della presa di decisioni informate e
difficili.
Apprendimento sociale e collaborativo: I videogiochi multiplayer, per esempio, offrono
opportunità per l’apprendimento sociale e collaborativo. Gli utenti devono comunicare,
cooperare e coordinarsi con altri giocatori per raggiungere gli obiettivi comuni, migliorando
le loro capacità di lavoro di squadra e di gestione delle relazioni in luoghi relativamente
sicuri, in quanto consci che si trovano dietro ad uno schermo.
Esposizione a nuove idee e concetti: I videogiochi possono anche essere dei mezzi per
esplorare nuove idee, culture e concetti. Ad esempio, giochi come Assassin’s Creed
possono offrire agli utenti una panoramica della storia e della cultura di epoche passate,
mentre giochi di fantasia come Skyrim possono introdurre i giocatori a mondi immaginari
ricchi di miti e leggende.
Inoltre, è importante notare che l’apprendimento attraverso i videogiochi non si limita ai
giocatori. Anche gli sviluppatori di giochi possono imparare attraverso la progettazione e lo
sviluppo. Ad esempio, possono acquisire conoscenze su design di gioco,
programmazione, grafica 3D e altro ancora mentre lavorano su progetti di sviluppo di
giochi.
-Chantal Tosetto

I videogiochi sandbox in quale maniera influenzano la creatività e la capacità di pensiero
innovativo? In che modo l’interattività di questi giochi contribuisce allo sviluppo della
creatività dei giocatori?

I videogiochi sandbox hanno un forte impatto sulla creatività e sulla capacità di pensiero
innovativo dei giocatori, questo si manifesta in diversi modi:
Libertà creativa: I giochi tipo sandbox offrono ai giocatori un ambiente aperto e non
strutturato in cui possono esplorare, costruire e creare liberamente. Questa libertà
permette ai giocatori di esprimere la propria creatività senza restrizioni, incoraggiandoli a
pensare in modo innovativo per realizzare le proprie visioni. Ad esempio, in Minecraft i
giocatori possono costruire praticamente qualsiasi cosa dalla loro immaginazione, fino a
creare complessi mondi virtuali.
Problem solving non lineare: I giochi sandbox spesso presentano sfide e obiettivi aperti
che richiedono soluzioni creative e non lineari. Questo incoraggia i giocatori a pensare al
di fuori degli schemi e a sviluppare abilità di problem solving innovative. Ad esempio, in
Terraria i giocatori devono affrontare diverse sfide e boss, e sono liberi di trovare molteplici
modi per superarli utilizzando le risorse e strumenti disponibili.
Collaborazione e condivisione: Molte volte i giochi sandbox incoraggiano la
collaborazione tra giocatori e la condivisione delle proprie creazioni. Questo crea un
ambiente sociale in cui i giocatori possono ispirarsi a vicenda, imparare dalle idee degli
altri e costruire insieme progetti più grandi e complessi.
Inoltre, l’interattività di questi giochi è essenziale per lo sviluppo della creatività dei
giocatori. La capacità di manipolare l’ambiente di gioco, sperimentare con diverse
combinazioni di elementi e vedere immediatamente i risultati delle proprie azioni
incoraggia l’esplorazione e l’innovazione. Questa interattività offre ai giocatori un feedback
istantaneo sulle loro scelte e azioni, permettendo loro di adattare e migliorare
continuamente le proprie idee e creazioni.
-Chantal Tosetto

Quali elementi e caratteristiche dei videogiochi li avvicinano al concetto di arte?

I videogiochi sono dei media visuali con forte impatto emotivo, ciò che li avvicina al
concetto di arte sono varie caratteristiche, come:
Estetica: I videogiochi spesso presentano una grande attenzione ai dettagli visivi e
all’estetica. Gli ambienti di gioco, i personaggi e gli effetti visivi sono progettati con cura
per creare mondi immersivi e coinvolgenti che possono essere apprezzati come opere
d’arte visiva.
Storytelling: Molte volte, i videogiochi sono accompagnati da narrazioni complesse e
coinvolgenti che si avvicinano al concetto di narrazione artistica. La trama, i personaggi e i
dialoghi sono sviluppati con cura per trasmettere emozioni e trasportare il giocatore in
mondi fantastici.
Libera espressione creativa: Come artista, ho la libertà di esprimere la mia creatività
attraverso il design dei personaggi, degli ambienti e degli oggetti di gioco. Questa libertà
permette di creare opere uniche e originali che riflettono la visione artistica e lo stile
personale dell’artista.
In sintesi, i videogiochi condividono molte caratteristiche con le forme d’arte tradizionali e
contemporanee. I videogiochi offrono un’opportunità per gli artisti di creare opere d’arte
che possono essere apprezzate da milioni di persone in tutto il mondo.
-Chantal Tosetto

Come può l’immersione in un ambiente videoludico facilitare l’apprendimento di una nuova
lingua?

L’immersione in un ambiente videoludico può essere un metodo efficace per facilitare
l’apprendimento di una nuova lingua, in quanto, durante l’interazione con il gioco il
giocatore è costantemente esporto alla lingua utilizzata. Giochi online, comunità di
giocatori e giochi single player non tradotti nella propria lingua forniscono un’opportunità
unica per essere costantemente esposti alla lingua che si desidera imparare. Gli ambienti
di gioco offrono un flusso costante di testo, dialoghi e comunicazioni scritte o verbali, che
permettono ai giocatori di entrare in contatto con la lingua target in modo naturale e
immersivo. I giocatori sono spinti a comprendere e utilizzare la lingua per superare sfide,
interagire con altri giocatori e seguire la trama del gioco. Questo tipo di apprendimento
pratico può essere più coinvolgente e motivante rispetto agli approcci tradizionali. Inoltre
l’apprendimento attraverso i videogiochi è spesso divertente, questo approccio ludico può
rendere l’apprendimento della lingua più piacevole e stimolante.
-Chantal Tosetto

In che modo l’esperienza di videogiocare insieme a qualcuno a titoli cooperativi può
tradursi in abilità utili in ambito lavorativo e scolastico? 

Videogiocare insieme a qualcuno a titoli cooperativi può fornire una serie di abilità utili che
possono essere trasferite con successo sia in ambito lavorativo che scolastico. Insegando
ai giocatori a fare teamwork. I giochi di tipo cooperativo richiedono una forte
collaborazione e coordinazione tra i membri di un team per raggiungere gli obiettivi
comuni. Questo promuove lo sviluppo delle abilità di teamwork, inclusa la capacità di
comunicare in modo efficace, ascoltare gli altri, lavorare insieme per risolvere problemi e
sostenersi a vicenda durante le sfide. Queste competenze sono essenziali sia in un
ambiente lavorativo che in uno scolastico, dove il successo spesso dipende dalla capacità
di lavorare bene in gruppo. Inoltre, questo tipo di giochi presentano spesso sfide
complesse che richiedono soluzioni creative e strategiche. Affrontare queste sfide
promuove lo sviluppo delle abilità di problem solving, inclusa la capacità di analizzare
situazioni, individuare le migliori strategie e adattarsi rapidamente alle nuove circostanze.
Queste competenze sono preziose sia nel mondo del lavoro che in quello scolastico, dove
è necessario affrontare problemi complessi e trovare soluzioni efficaci.
-Chantal Tosetto

In che modo i giochi online possono agevolare la connessione tra le persone, fornendo
un’alternativa alla socialità tradizionale, soprattutto per coloro che affrontano
problematiche o restrizioni nell’instaurare relazioni sociali tradizionali?

I giochi online possono svolgere un ruolo significativo nel facilitare la connessione tra le
persone, offrendo un’alternativa preziosa alla socialità tradizionale, specialmente per
coloro che affrontano problematiche o restrizioni nell’instaurare relazioni sociali
tradizionali. I giochi online offrono un’opportunità di socializzazione accessibile a tutti,
indipendentemente dalla posizione geografica o dalle limitazioni fisiche. Le persone
possono connettersi e interagire con giocatori di tutto il mondo, superando le barriere
fisiche e culturali che altrimenti potrebbero ostacolare la socializzazione tradizionale.
Questo tipo di giochi ospitano comunità virtuali di giocatori che condividono interessi simili.
Queste comunità possono diventare luoghi sicuri e accoglienti dove le persone possono
trovare sostegno, amicizia e comprensione. Queste connessioni virtuali possono essere
particolarmente preziose per coloro che si sentono isolati o soli nella vita reale. I giochi
online incoraggiano la collaborazione e la competizione tra i giocatori. La collaborazione in
giochi cooperativi può aiutare a costruire legami solidi e fiducia reciproca, mentre la
competizione in giochi multiplayer può stimolare la socializzazione attraverso la sana
competizione e la condivisione di interessi comuni.
-Chantal Tosetto

Quali videogiochi ritieni abbiano un impatto particolare sulla cultura popolare o siano
importanti dal punto di vista artistico?

Ci sono diversi videogiochi che hanno avuto un impatto significativo sulla cultura popolare
e che sono considerati importanti dal punto di vista artistico. Alcuni esempi sono:
Super Mario Bros.: Questo classico gioco platform ha avuto un’influenza enorme sulla
cultura popolare, contribuendo a definire il genere dei platform e stabilendo il personaggio
di Mario come icona dei videogiochi.
The Legend of Zelda: Ocarina of Time: Questo gioco ha avuto un impatto duraturo sulla
cultura dei videogiochi, stabilendo molti degli standard del genere action-adventure e
offrendo un’esperienza narrativa e artistica memorabile.
Final Fantasy VII: Questo gioco ha avuto un ruolo fondamentale nel portare i JRPG
(Japanese Role-Playing Games) alla ribalta internazionale. Grazie alla sua trama
complessa, ai personaggi memorabili e alla grafica all’avanguardia per l’epoca, ha lasciato
un’impronta indelebile nella cultura popolare.
Tetris: Anche se semplice nel concetto, Tetris ha avuto un impatto enorme sulla cultura
dei videogiochi, diventando uno dei giochi più giocati e riconosciuti al mondo. La sua
semplicità e la sua capacità di catturare l’attenzione lo rendono un’icona del mondo dei
videogiochi.
Minecraft: Questo gioco ha rivoluzionato il concetto di creatività nei videogiochi, offrendo
agli utenti un’esperienza di costruzione ed esplorazione completamente libera. È diventato
un fenomeno culturale, influenzando la cultura popolare, l’istruzione e persino
l’architettura.
Questi sono solo alcuni esempi di videogiochi che hanno avuto un impatto particolare
sulla cultura popolare. Ci sono molti altri giochi che hanno contribuito in modo significativo
alla cultura dei videogiochi e che continuano a influenzare e ispirare giocatori di tutto il
mondo.
-Chantal Tosetto

Vorrei chiederle di esprimere la sua opinione sull’uso delle ROM (emulazione) e sulla
pirateria, soprattutto riguardo al loro ruolo nella preservazione di questo patrimonio
videoludico, specialmente per i retrogame.

Per quanto mi riguarda non sono contraria all’uso di emulatori, ma lo sono sulla pirateria.
Penso che offrire la possibilità di giocare titoli di gioco su diverse piattaforme ora stia
rendendo inutili gli emulatori, ma per i giochi del passato sono un importante mezzo per
continuare a raccontare la loro storia e coinvolgere i giocatori ed insegnare loro. Penso
dovrebbero essere direttamente le case fornitrici di videogiochi a dover fornire degli
emulatori legali, riducendo così la pirateria e permettendo a tanti titoli di poter essere
giocarti ancora e non di essere perduti.
-Chantal Tosetto

Cosa pensi dell’interazione tra l’arte tradizionale e i videogiochi? Come vedi l’evoluzione di
questa relazione nel tempo?

Penso che l’interazione tra l’arte tradizionale e i videogiochi abbia visto una crescente
convergenza nel corso degli anni. I videogiochi spesso incorporano elementi di arte
tradizionale nel loro design, sia attraverso l’uso di grafica bidimensionale che
tridimensionale, animazioni, composizione artistica e altro ancora. Molti giochi traggono
ispirazione dalle forme d’arte tradizionale, come la pittura, la scultura, l’illustrazione e
l’architettura, per creare mondi virtuali suggestivi e coinvolgenti. Nei videogiochi viene
utilizzata una vasta gamma di stili artistici, che vanno dal realismo alla pixel art, dal
fumetto allo stile minimalista. Questa varietà di stili artistici consente ai giochi di esprimere
una vasta gamma di narrazioni visive e di offrire esperienze uniche e memorabili ai
giocatori. Inoltre l’interazione tra artisti tradizionali e sviluppatori di videogiochi ha portato a
numerose collaborazioni creative, in cui artisti di diversi campi contribuiscono alla
creazione di opere d’arte interattive. L’arte dei videogiochi sta gradualmente guadagnando
maggiore esposizione e riconoscimento come forma d’arte legittima. Gli eventi dedicati
all’arte dei videogiochi, mostre museali e pubblicazioni stanno contribuendo a far
emergere la complessità e la ricchezza artistica dei videogiochi come forma d’arte.
In generale, l’interazione tra l’arte tradizionale e i videogiochi continua a evolversi,
offrendo opportunità sempre nuove e stimolanti per gli artisti di esplorare nuove forme di
espressione artistica.
-Chantal Tosetto

Hai mai utilizzato i videogiochi come fonte di ispirazione per le tue opere d’arte? Se sì,
quale gioco ti ha influenzato di più e in che modo?

Spesso gli artisti utilizzano opere pregresse come ispirazione per le proprie, quindi si, ho
sicuramente tratto ispirazione da altri videogiochi e lo faccio tuttora. Non penso di poterne
specificare uno in particolare, in quanto ad ogni diversa opera si ha la sfida di utilizzare
stili differenti e questo permette di spaziare molto sul prodotto finale.
Per quanto mi riguarda, ad ogni nuovo progetto, traggo ispirazione da opere precedenti e
ogni volta sono diverse.
-Chantal Tosetto

Qualche titolo videoludico che consiglierebbe per arricchire il proprio bagaglio culturale e
competenziale?

Un gioco che mi ha colpito molto e che adoro è Journey di Thatgamecompany. Questo
gioco indipendente ha una grafica semplice, ma vibrante, la sua colonna sonora è delicata
ed emozionante e la sua narrazione incredibile. In Journey non ci sono parole, istruzioni,
nemici o altro, è un gioco puramente visuale, in cui il messaggio, la storia è raccontata
solo dalle immagini. Riuscire a trasmettere tante emozioni, a raccontare una storia, a
coinvolgere qualcuno senza dire una parola è una sfida enorme, richiede molto studio. Ho
apprezzato molto questo titolo e lo consiglio vivamente
-Chantal Tosetto

Andrea e Paolo Alfonsi
Andrea e Paolo Alfonsihttps://www.facebook.com/groups/458301265112433
Siamo appassionati di videogiochi ed esperti di Microsoft Rewards, non vediamo l'ora di condividere con voi la nostra esperienza qui su press-start.xyz e nella community Facebook: https://www.facebook.com/groups/458301265112433

Altri articoli